Osservare costantemente gli eventi oltreoceano causa un fenomeno curioso: lo strabismo da corrispondente. Il senso per le notizie, affinatosi in anni di pratica, improvvisamente viene stravolto: fatti che fanno squillare tutti i tuoi campanelli d’allarme vengono ignorati mentre notizie che in Italia farebbero al massimo sbadigliare creano un pandemonio.

Read More...

Chissà se sarà l’economia o meno a salvare David Cameron l’anno prossimo, quando nel Regno Unito verrà deciso il nuovo parlamento. Chissà se ci sarà ancora un Regno Unito dopo il referendum sull’indipendenza scozzese del prossimo 18 settembre. Chissà infine se il reshuffle governativo operato nel mese di luglio

Read More...

La guerra di Gaza pare ormai un fenomeno ciclico, quasi una barbara consuetudine. Oggi siamo nel 2014, ma pare di rivivere le stesse situazioni (e fare e sentire gli stessi discorsi) del 2012 e prima ancora del 2009. Ogni due o tre anni assistiamo a: intensificazione dei lanci di

Read More...

L’Isis, l’esercito jihadista che ha conquistato metà dell’Iraq e proclamato il suo califfato, ha anche occupato un sito di armi chimiche a Muthanna. Lo ha conquistato lo scorso 11 giugno, ma la conferma, da parte del governo iracheno, è arrivata solo ieri. Baghdad ha dichiarato all’Onu di non essere

Read More...

Guerra civile in Siria, omicidio tuttora irrisolto di un ambasciatore americano in Libia, caos permanente in Libia, instabilità in Tunisia, colpo di Stato in Egitto, fallimento del processo di pace fra Israele e Palestina, nascita del nuovo califfato dell’Isis fra Siria e Iraq, probabile fine dell’unità territoriale irachena …

Read More...

Lasciate da parte le cronache su quel manipolo di eurodeputati che raccoglie casi disparati pur di contare nei numeri a Strasburgo e Brussels, è il caso che in Italia l’accozzaglia che dovrebbe passare per centrodestra prenda in seria considerazione lo United Kingdom Independence Party di Nigel Farage, a meno

Read More...